Esame diagnostico largamente utilizzato in linfologia. Prevede l’iniezione interdigitale di nanocolloidi marcati con tecnezio-99m (99mTc) che, presentando un marcato linfo-tropismo, vengono drenati soltanto attraverso le vie linfatiche. Tramite poi l’acquisizione di immagini seriate per mezzo di una gamma camera, è possibile visualizzare a grandi linee l’anatomia delle vie linfatiche, sia superficiali che profonde, e la loro capacità di drenaggio in funzione del tempo. Con questo semplice esame, moderatamente invasivo, vista l’iniezione intradermica, sottocutanea o profonda del tracciante radioisotopico, è possibile verificare l’entità della stasi, la presenza di vie preferenziali di deflusso, l’esistenza di strutture linfonodali ed altri parametri utili, sia nella fase iniziale del trattamento, sia per il controllo a lungo termine dei risultati conseguiti con le terapie applicate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.