Cos’è il linfangione?

Il linfangione è un segmento di collettore linfatico compreso tra due valvole: viene considerato l’unità funzionale dell’apparato linfatico periferico. Possiede la capacità di contrarsi in maniera autonoma: rappresentano pertanto la più piccola unità motoria di drenaggio linfatico, originariamente chiamata cuore microlinfatico.

La contrazione

La contrazione del linfangione avviene in modo ritmico e coordinato, generando una serie di impulsi che si susseguono automaticamente lungo il segmento. La frequenza e la forza della contrazione dipendono dal grado di riempimento del linfangione. Quando raggiunge un livello di riempimento che determina una pressione interna di circa 3-4 cm di H2O, le pareti muscolari si contraggono. Questa contrazione muscolare favorisce lo svuotamento della linfa in entrambe le direzioni.

Le valvole presenti all’interno del linfangione svolgono un ruolo fondamentale nel garantire il flusso unidirezionale della linfa. Le valvole si aprono nella direzione del flusso e impediscono il reflusso nel linfangione precedente. In questo modo, viene promosso un flusso centripeto, cioè verso il centro del sistema linfatico.

Con le sue contrazioni ritmiche e la sua capacità di svuotamento della linfa, contribuisce attivamente al drenaggio linfatico. Questo processo è essenziale per rimuovere gli eccessi di fluido, i prodotti di scarto e i patogeni dal tessuto periferico, garantendo il corretto funzionamento del sistema linfatico.

In conclusione, rappresenta il segmento di un collettore linfatico compreso tra due valvole. La sua contrazione ritmica e la capacità di svuotamento della linfa svolgono un ruolo fondamentale nel drenaggio linfatico e contribuiscono al corretto funzionamento dell’apparato linfatico periferico.

Lascia un commento

segnaposto chirurgia dei linfatici
CHIRURGIA DEI LINFATICI
Linfologia & Microchirurgia

iscriviti alla
newsletter