È un flavone, diretto precursore della diosmina (vedi), di cui prolunga e rafforza l’attività farmacologica. L’esperidina, inoltre, è dotata di elevata attività anti-infiammatoria.

Lascia un commento