GROSSO BRACCIO POST-CHIRURGICO

Il “grosso braccio” post linfoadenectomia ascellare è un termine utilizzato per descrivere il linfedema dell’arto superiore che si sviluppa dopo un intervento chirurgico di linfoadenectomia ascellare. Questa procedura è spesso eseguita come parte del trattamento per il cancro al seno, ma può anche essere necessaria per altre condizioni mediche che coinvolgono i linfonodi ascellari. Il grosso braccio è una conseguenza comune e indesiderata di questa procedura, poiché la rimozione dei linfonodi compromette il normale flusso del liquido linfatico nell’area circostante, portando all’accumulo di liquido e al gonfiore dell’arto.

Cause del Grosso Braccio Post Linfoadenectomia Ascellare

Il grosso braccio si verifica a causa dell’alterazione del sistema linfatico durante la linfoadenectomia ascellare. Durante l’intervento, i linfonodi ascellari vengono rimossi chirurgicamente, il che può danneggiare o ostruire i vasi linfatici che trasportano il fluido linfatico dalla zona interessata. Senza un adeguato drenaggio linfatico, il liquido linfatico si accumula nel braccio, causando gonfiore e disagio.

Sintomi del Grosso Braccio Post Linfoadenectomia Ascellare

Il grosso braccio post linfoadenectomia ascellare può manifestarsi con una serie di sintomi, che possono variare in base alla gravità del linfedema e alla risposta individuale del paziente. Alcuni dei sintomi comuni includono:

  1. Gonfiore: L’arto superiore, di solito il braccio, può apparire notevolmente gonfio, pesante e teso. Il gonfiore può essere più evidente verso la mano e può variare durante il giorno o in base all’attività svolta.
  2. Alterazioni Cutanee: La pelle del braccio colpito può diventare ispessita, rugosa o con fossette, assumendo un aspetto simile alla buccia d’arancia.
  3. Rigidità e Disagio: Il braccio può sentirsi rigido e dolorante, con una ridotta flessibilità e mobilità. Le attività quotidiane che coinvolgono il braccio possono diventare difficili e dolorose.
  4. Difficoltà nell’Indossare Abiti e Gioielli: A causa del gonfiore, è possibile che il paziente incontri difficoltà nell’indossare abiti o gioielli sul braccio interessato.
  5. Sensazione di Bruciore o Prurito: Alcune persone possono avvertire una sensazione di bruciore o prurito nell’area interessata.
  6. Rischio di Infezioni Cutanee: Il linfedema aumenta il rischio di infezioni cutanee, come erisipela o cellulite, poiché la pelle diventa più vulnerabile.
  7. Impatto sulla Qualità della Vita: Il grosso braccio può avere un impatto significativo sulla qualità della vita del paziente, limitando la sua capacità di svolgere attività quotidiane e causando disagio emotivo.

Trattamenti per il Grosso Braccio Post Linfoadenectomia Ascellare

La gestione del grosso braccio post linfoadenectomia ascellare si basa su un approccio multidisciplinare e personalizzato, tenendo conto delle esigenze e delle condizioni specifiche del paziente. Alcuni dei principali trattamenti includono:

  1. Drenaggio Linfatico Manuale (DLM): Il DLM è una tecnica terapeutica delicata che aiuta a spostare il fluido linfatico verso regioni con funzionamento linfatico normale. Viene eseguito da fisioterapisti specializzati nel linfedema.
  2. Terapia di Compressione: L’uso di bendaggi o calze a compressione graduata può aiutare a ridurre il gonfiore e a migliorare il flusso linfatico. Le calze a compressione vengono indossate quotidianamente per mantenere l’arto sottoposto a una pressione costante.
  3. Esercizi Terapeutici: Un fisioterapista specializzato può prescrivere esercizi specifici per ridurre il gonfiore e migliorare la forza e la flessibilità dell’arto. Gli esercizi possono essere adattati alle esigenze individuali del paziente.
  4. Terapia Combinata: Alcuni trattamenti possono essere combinati per ottenere migliori risultati. Ad esempio, il DLM può essere associato alla terapia di compressione e agli esercizi terapeutici per massimizzare i benefici.
  5. Cura Cutanea: Mantenere la pelle pulita e idratata può aiutare a prevenire infezioni cutanee e migliorare il benessere generale del paziente.
  6. Gestione del Peso: Mantenere un peso sano può ridurre il carico sul sistema linfatico e migliorare la gestione del linfedema.
  7. Trattamenti Complementari: Alcuni pazienti possono trarre beneficio da trattamenti complementari, come la terapia del linfedema a luce laser, la terapia di decompressione pneumatica intermittente o la terapia di pressione negativa.

Prevenzione del Grosso Braccio Post Linfoadenectomia Ascellare

Mentre il grosso braccio è una complicanza comune dopo la linfoadenectomia ascellare, ci sono alcune misure preventive che possono essere adottate per ridurre il rischio di sviluppare il linfedema:

  1. Educazione del Paziente: È importante che i pazienti siano informati sui rischi e sui segni precoci del linfedema, in modo da poter adottare misure preventive e cercare trattamenti precoci in caso di necessità.
  2. Movimento e Attività Fisica: L’esercizio regolare può aiutare a mantenere il flusso linfatico e ridurre il rischio di accumulo di liquido.
  3. Gestione delle Infezioni: La prevenzione delle infezioni cutanee è cruciale per ridurre il rischio di linfedema. È importante trattare tempestivamente qualsiasi ferita o infezione cutanea.
  4. Utilizzo di Manichini: Durante l’intervento chirurgico, possono essere utilizzati manichini per proteggere i vasi linfatici e ridurre il rischio di danni al sistema linfatico.

In conclusione, il grosso braccio post linfoadenectomia ascellare è una condizione che richiede attenzione e gestione adeguata. Con un trattamento precoce e una gestione appropriata, è possibile migliorare la qualità della vita dei pazienti colpiti da questa complicanza e ridurre il rischio di complicazioni a lungo termine. Un’equipe medica multidisciplinare, composta da chirurghi, fisioterapisti, oncologi e altri specialisti, può fornire un piano di trattamento personalizzato per affrontare il grosso braccio e migliorare la salute e il benessere del paziente.

Prenota il tuo appuntamento con noi in modo semplice e veloce.

CHIRURGIA DEI LINFATICI
Linfologia & Microchirurgia

iscriviti alla
newsletter