CATANIA TODAY

CATANIA TODAY

Corrado Campisi, docente di Chirurgia plastica all’Università di Catania e massimo esperto in Chirurgia e Microchirurgia del Sistema Linfatico, mette in guardia donne (ma anche uomini) con riferimento al problema dell’aumento di circonferenza di gambe e caviglie quando si alzano le temperature.

Sarà infatti questo l’argomento del prossimo Congresso mondiale di Linfologia che si terrà a Genova dall’11 al 15 settembre.

Al riguardo Campisi, che sarà il presidente del Congresso, ha tenuto a sottolineare quanto segue: “Quando si parla di gambe gonfie e circolazione il pensiero va direttamente al sangue, che attraverso la spinta del cuore scorre nelle arterie e nelle vene del nostro corpo. Tuttavia, oltre alle grandi ‘autostrade’ del sistema circolatorio sanguigno, fatte da arterie, vene e capillari, c’è anche un’intricata rete rappresentata dal sistema linfatico che trasporta proteine, liquidi e lipidi. Questo sistema costituito da vasi linfatici e linfonodi, consente alla linfa di essere drenata nei tessuti corporei, in ogni punto del nostro organismo, prima di riversarsi nel torrente circolatorio sanguigno. Un malfunzionamento di questa rete può portare a un anomalo rigonfiamento di mani, braccia o gambe. A volte così estesi da sembrare arti da elefanti“.

Per cercare di ovviare a questo problema gli esperti hanno messo a punto un decalogo che ha come obiettivo quello di ‘alleggerire’ le gambe gonfie durante l’estate.

1) Svolgere regolare attività fisica moderata. Meglio un allenamento graduale, senza sforzi intensi per non affaticare troppo gli arti

2) Eseguire gli esercizi preferibilmente al mattino, quando l’arto non è ancora affaticato dalla routine quotidiana

3) Indossare scarpe comode con 2-2,5 centimetri di tacco

4) Evitare di camminare a piedi nudi, anche se sembra dare un sollievo immediato

5) Fare passeggiate al mare, con l’acqua fino alla vita

6) Non esporsi al Sole nelle ore calde. L’eritema solare può provocare un’infiammazione dei capillari linfatici

7) Cambiare posizione spesso quando si sta seduti o in piedi per lungo tempo

8) Dormire con le gambe leggermente rialzate, mettendo un cuscino sotto il materasso

9) Non accavallare le gambe quando si sta seduti

10) In caso di viaggi troppo lunghi in aereo o in macchina, indossare la guaina elastica e cercare di muovere le gambe facendo brevi pause dalla posizione seduta

FONTE: CATANIA TODAY

Prenota il tuo appuntamento con noi in modo semplice e veloce.